In Italia, anche il Digital Lending sta crescendo in maniera importante
prendendo forma principalmente in tre macro aree:

1 lo sconto fatture,
2 i prestiti individuali,
3 i prestiti alle imprese.

 

il Mercato è presidiato da Banche e Fintech che hanno promosso piattaforme digitali dove richiedere prestiti personali chirografi per le Pmi e sconto di fatture sempre per le imprese

Sotto un Video di Presentazione delle Soluzioni di Fast Lending per le Pmi da parte di Ing Direct


Ma in questo articolo mi concentrerò sull’analisi degli instant lending per i privati con un focus relativo sulle esperienze in uso e vincenti nel sistema bancario italiano.
Tra i primi Players che hanno creduto e messo in campo soluzioni di Instant Lending in particolar modo via Mobile Unicredit merita una menzione particolare per aver fatto da apripista in italia con risultati estremamente positivi in termini di ingaggio e risultati di erogato raggiunti!!!!

 

Il prestito da 1.000€ a 5.000€, disponibile solo nell’App Mobile Banking UniCredit, per i correntisti pre-valutati (pre-valutazione del merito creditizio operata da UniCredit),titolari di conto corrente da almeno 6 mesi e con il servizio di Internet Banking.

Se la valutazione dei requisiti necessari alla concessione del prestito avesse esito positivo, potrai procedere con la richiesta direttamente dal tuo smartphone con l’App Mobile Banking di UniCredit (iOS o Android)

Conoscere la propria clientela in termini di solvibilità e affidabilità creditizia è e rimanere una priorità e un valore aggiunto da perseguire soprattutto oggi dal momento che viviamo in un periodo caratterizzato da crisi e instabilità economica e lavorativa crescenti.


Tuttavia le nuove Tecnologie possono intervenire ed efficientare modalità e processi di erogazioni del credito sia ai privati che alle imprese con tempi di erogazioni ridotti e addirittura azzerati grazie agli instant loans.


Gli instant loans sono dunque dei prestiti pre-valutati grazie ad un algoritmo che sulla base di una serie di dati conosciuti è in grado appunto di valutare e quindi concedere favorevolmente un prestito ad una clientela attuale e/o potenziale di una Banca o Fintech


Ma rimanendo sul terreno a me più familiare delle Banche registro un’attenzione e uno sviluppo crescente di soluzioni volte a minimizzare la tempista di concessione di un credito che diventa realmente Fast in virtu’ di una analisi istantanea su alcune variabili come lo stipendio accreditato nel conto corrente piuttosto che l’indebitamento a sistema presente nelle banche dati tradizionali (Centrale Rischi Banca Italia e Crif) e nell’andamentale oltre che su altri informazioni qualitative e personali desumibili dal web e/o social network!!!

 

Anche Ubi Banca si è mossa attraverso una importante collaborazione con Crif sul terreno del Fast lending fornendo un customer journey semplice e immediato 24/7 completamente digitale in ottica multicanale.

Con interessanti Risultati in 5 mesi sono stati erogati in modalità fast lending circa un quarto del totale dei prestiti, con ottime performance di rischio e di sviluppo commerciale.

 

Attualmente le banche che in Italia hanno messo in campo soluzioni di instant lending a favore della propria clientela utilizzano sia il canale tradizionale retail fornendo ai Gestori di Filiale una lista di clienti destinatari di prestiti pre-approvati i quali vengono opportunamente contattati e ingaggiati perlopiù telefonicamente per finalizzare la conclusione del prestito.

In altri casi sono i Gestori remoti che attraverso i nuovi strumenti on line come la firma digitale e il cobrowsing ingaggiano e aiutano il cliente a distanza a chiudere positivamente il contratto di finanziamento istantaneo e in ultima battuta ma a mio avviso quella più disruptive e interessante è quella della notifica Push sull’App di Mobile Banking con la quale il cliente può con un semplice Tap ottenere l’erogazione del prestito in una modalità estremamente semplificata e immediata!!!

Dunque il Digital lending nelle sue vesti Fast sta come detto vivendo un momento positivo di crescita che potrà beneficiare ulteriormente della possibilità data ai Merchant di erogare anch’essi come Partners esterni alla banca dei prestiti istantanei sulla base per l’appunto di nominativi pre approvati dalla banca stessa e meritevoli di un plafond di credito bello e pronto!!!


In altri termini se allarghiamo la platea dei proponenti di prestiti istantanei in ottica di Open banking a operatori terzi riusciremo ad essere più vicini e in Real time al momento del bisogno finanziario del cliente nel luogo e nel momento (in Time) dell’acquisto sia che esso avvenga on line o su negozi fisici!!!!

Una sorta di restyling del prestito al consumo 4.0


In conclusione le Banche che riusciranno a perfezionare e coinvolgere operatori terzi nei processi di erogazione di prestiti istantanei riceveranno un beneficio non solo in termini di maggiori ricavi ma soprattutto una maggior capacità di essere vicini e utili di fronte alle esigenze di consumo del nuovo cliente digitale che si aspetta un livello di servizio sempre più veloce e tempestivo oltre che di facile comprensione


Le Banche avendo una buona base di clienti e informazioni qualitative importanti sui propri clienti dovrebbero credere maggiormente su queste nuove formule di prestito fast e digitali proprio per rafforzare il legame e innalzare il livello qualitativo del servizio in termini di innovazione semplificazione e riduzione dei tempi di erogazione dei prestiti vero Tallone di Achille dei tradizionali sistemi di lending e al contrario punto di forza delle varie Fintech, per cui non attardiamoci oltre e cogliamo queste opportunità offerte dalle nuove Tecnologie per fare credito di qualità ma anche in velocità…..

 

Se l’Articolo ti è piaciuto lascia un Commento o Condividilo sui tuoi Social Network

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *